IL PROGETTO MINI TRANSAT 2019


La Mini Transat è la più solitaria delle regate oceaniche esistenti, un solo skipper su una barca di 6 metri e mezzo, e 4000 miglia marine di Oceano, senza i più moderni strumenti di navigazione e senza contatti con la terraferma.



Il Progetto su cui si struttura il percorso di Francesca da oggi al 2019 ruota attorno ad un ambizioso obiettivo: la partecipazione alla Mini Transat 2019.

Per gli skipper che prendono parte alla Mini, questa regata rappresenta una grande avventura, la realizzazione di un sogno di mare e di libertà; un'esperienza forte, ricca di emozioni contrastanti che si alternano lungo il progetto, dalla preparazione della "corsa" all'arrivo.

Oltre alla navigazione, i cosiddetti "Ministi" devono dedicarsi alla loro preparazione fisica, alla preparazione mentale, alla gestione del sonno e dell'alimentazione; devono occuparsi della messa a punto del Mini, dell'elettronica, dell'elettricità, delle attrezzatura di coperta e delle vele.

Tutto questo non sarebbe possibile senza una squadra alle spalle degli skipper, e soprattutto non sarebbe possibile senza il supporto di partners che credono nella riuscita del progetto. 


 

LA BARCA

Le piccole imbarcazioni scelte per affrontare questa avventura, sono chiamate Mini 6.50; questi monoscafi di 6 metri e mezzo di lunghezza sono le barche più piccole che possano affrontare l'Oceano Atlantico rispettando gli standard di sicurezza: esse si distinguono in due categorie, Serie e Proto.

Nella categoria Serie, rientrano le imbarcazioni prodotte "in serie", appunto, dai cantieri specializzati, sono imbarcazioni affidabili e testate, che hanno raggiunto nell'ambito della loro produzione almeno le 10 unità.

I Proto, ovvero i prototipi, gareggiano in una categoria a parte, e rappresentano il massimo dell'innovazione e della sperimentazione. Entrambe le categorie rispettano tuttavia dei rigidi parametri dimensionali, quali lunghezza, larghezza, profondità e numero di vele, requisito essenziale per appartenere alla Classe Mini e poter prendere il via alla Mini Transat.

L'imbarcazione che Francesca userà per prendere parte a questa avventura è un prototipo costruito nel 2008 e che lei stessa, con l'aiuto di amici e dei suoi partner tecnici e logistici, sta plasmando sulle sue necessità.

Questa barca si chiama "Corto", numero velico 734! 

 
 

CALENDARIO


2017

Allenamenti e preparazione invernali; partecipazione alle regate del Circuito Italiano della Classe Mini

2018

Percorso e Regate di qualifica per la Mini Transat 2019. Preparazione alla navigazione oceanica

2019

Preparazione e Mini Transat